Quando ho pensato a questo post avevo un’idea completamente diversa di quello che volevo scrivere. Il titolo doveva essere “Perché le donne se la prendono con i capelli”, quanto al senso dell’articolo…beh, non lo ricordo più.  Ho pensato in continuazione a quel post, ho tentato più volte, ma non sono mai andata oltre la prima riga.

Poi è successo qualcosa di insolito.

Sabato ero dal mio parrucchiere e mi sono guardata allo specchio.

E cosa c’è di così illuminante nel guardarsi allo specchio? So che lo state pensando e so anche che state cercando una risposta. O sbaglio?

Andare dal parrucchiere è un po’ come fare una seduta di psicoterapia. Ti siedi e qualcuno comincia a massaggiarti la testa e ti fa domande e tu parli, rispondi, butti fuori tutto quello che hai dentro, allungata su una poltrona che ti massaggia la schiena e le gambe.

Scegli di fare qualcosa per te e non ti accorgi che quello che sta succedendo è un cambiamento non solo estetico. Si pensa che le donne passino da rosse a bionde o a more per stare al passo con la moda ed essere belle, fare colpo. No, non è così. C’è un motivo preciso e molto profondo per cui le donne passano ore dal parrucchiere. Quando poi oltre al colore decidono di dare anche un bel taglio, allora sono guai.

La frase che più mi ha toccato, sabato, è stata: “Le nostre clienti, dopo un po’ che vengono da noi, sono completamente trasformate, molto diverse dal primo giorno in cui sono arrivate.”

E vi garantisco che quando sentite una frase del genere e siete di fronte ad uno specchio con una spazzola arrotolata ad una ciocca e una persona di fronte a voi che non riconoscete, sono certa che comincerete a farvi alcune domande.