Dodici marzo duemilaventi: TRANNE IL COLORE DEGLI OCCHI

Ci sono periodi facili e periodi difficili. Questo che stiamo vivendo non è dei più semplici.

Oggi, al telefono con mio fratello, ho detto: «Avresti mai immaginato che avremmo vissuto tutto questo?»

Io no e credo neanche tu o nessuno di coloro che vivono questi giorni.

Abbiamo visto e sentito di tutto e sinceramente ho voglia di spegnere TV, social, rumori e trascorrere questi momenti circondandomi con le persone a me care: marito, figli, mamma, fratello, cognati, nipoti, amici. Di persone attorno ne ho tantissime. Forse più del solito.

No, non sto eludendo il decreto del nostro Governo. A stretto contatto con me ci sono tre persone e un cane. Il resto del mondo è oltre il mio cancello, spero confinato in casa.

#IORESTOACASA ha fermato l’Italia, ma ognuno di noi, all’interno delle mura domestiche, continua a operare: c’è chi lavora, studia, scrive, legge, traduce, assiste, vende, cucina, cuce, pulisce, la lista è infinita.

E poi c’è chi pubblica. Perché la macchina editoriale non si ferma.

Proprio oggi ho ricevuto, dal mio editore, la bellissima notizia: TRANNE IL COLORE DEGLI OCCHI nasce domani con Edizioni del Loggione nella collana R come Romance con una bellissima copertina che vedi qui sopra. Non è stupenda?

TRANNE IL COLORE DEGLI OCCHI non è una storia d’amore. È la storia dell’amore, è vita, fratellanza, condivisione, amicizia, legame profondo. La storia di Michela e Annamaria ti farà compagnia in questi giorni di riposo forzato, saranno le compagne del tuo viaggio, coloro che alleggeriranno il tempo e dilateranno la tua voglia di vivere.

Perché “il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere” (D. Pennac)

Mi piacerebbe conoscere la tua opinione. Lascia un commento qui sotto e torna a trovarmi ancora!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: